giovedì 24 dicembre 2015

LA STRADA PER VINCI I migliori auguri di Buon Natale a tutti i vinciaresi e vinciani che si trovano in giro per il mondo! Vi aspettiamo a casa con VINCI NEL CUORE! 25.12.2015

 

 LA STRADA PER VINCI
I migliori auguri di Buon Natale
a tutti i vinciaresi e vinciani
che si trovano in giro per il mondo!
Vi aspettiamo a casa con
VINCI NEL CUORE! 

Comitato Dama di Bacco, 2007

  
 


lunedì 21 dicembre 2015

LA BEFANATA DEI POETI, GRANDE EVENTO DELL’EPIFANIA DAL MONTALBANO ALLA VALDELSA, CON IL CENTRO TRADIZIONI POPOLARI. EMPOLI, VINCI E FALTOGNANO, 5 GENNAIO 2016 - CERTALDO 6 GENNAIO 2016






 COMUNICATO STAMPA

LA BEFANATA DEI POETI, GRANDE EVENTO DELL’EPIFANIA DAL MONTALBANO ALLA VALDELSA, CON IL CENTRO TRADIZIONI POPOLARI


5 gennaio 2016
 LA BEFANA ITINERANTE




Empoli (ore 16,30) Cantine Montalbano
Vinci (ore 18,00) Oleificio Montalbano
Ingresso libero

 


 Faltognano - Circolo ARCI ore 20
LA VEGLIA DELL’EPIFANIA CON LA BEFANATA DEI POETI
 Cena Spettacolo con la rievocazione dell'antico gioco della Befanata
Proclamazione della Befana dell'Anno
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
 Recapiti telefonici 338 6640772 – 331 1170558

6 gennaio 2015
Certaldo Alto - Casa del Boccaccio, ore 17,00

Alle origini dell’Ottava Rima
 
I poeti estemporanei rendono omaggio al maestro Giovanni Boccaccio.
Ingresso libero

La «Befanata dei Poeti» giunge alla terza edizione con grandissime novità. Innanzitutto l’organizzazione generale della manifestazione passa al Comitato Promotore Centro Tradizioni Popolari dell’Empolese Valdelsa,  recentemente costituito, con il patrocinio dell’Unione dei Comuni del territorio di riferimento. Il giorno dedicato non sarà soltanto quello tradizionale, la Vigilia dell’Epifania ovvero il 5 gennaio 2016, ma interesserà anche il giorno della festa con un nuovo evento, speciale.  

I luoghi della befanata coinvolgono quest’anno ben tre comuni. A Vinci, nella frazione di Faltognano, dove il rito delle befanate in poesia è stato rinnovato e riportate in auge, si aggiungono i comuni di Empoli e di Certaldo, per ragioni e motivi storici diversi. Protagonisti rimangono i poeti dell’ottava rima che si cimenteranno nelle diverse tradizioni e versioni della Befanata, da quella di questua alla versione lirica, tipica del Montalbano e Valdelsa. Le feste avranno inizio con il canto della Befana itinerante, riprendendo uno schema rituale presente soprattutto nella campagna dove la Befana girava di podere in podere con testi spesso identici, chiedendo per compensa cibo e vino. 
Il giorno 5 gennaio 2016, i “canterini” partiranno alle ore 16,30 dalle cantine Montalbano poste in via Livornese a Empoli,  con una merenda musicale aperta a tutta la cittadinanza.  Verso le ore 18,00 il gruppo dei poeti si sposterà all’Oleificio Montalbano di via Beneventi a Vinci. Per saper cantare serve anche l’olio nuovo, quest’anno peraltro di una qualità eccellente. Entrambi gli eventi sono ad ingresso libero.

Alle 20,00 infine l’arrivo a Faltognano presso il Circolo Arci, nel luogo dove il rito della Veglia dell’Epifania è stato riscoperto e rinnovato ormai da qualche anno. Durante la cena spettacolo, a prenotazione obbligatoria (tel. 338 6640772 – 331 1170558) dato il limitato numero di posti, si svolgerà l’antico gioco cinquecentesco delle polizze, la Befanata ”lirica”, con il sorteggio dei personaggi ed eventi dell’anno appena trascorso, su cui i poeti saranno inviati a cantare, nella forma del contrasto e con l’applauso del pubblico  ad indicare il successo nella disfida poetica. Al termine della serata, sulla base  delle segnalazioni raccolte, della qualità del canto dei poeti, verrà proclamata la Befana dell’anno, ovvero il personaggio che più ha colpito l’attenzione dei partecipanti, nel bene o nel male, durante l’anno appena trascorso. Nell’occasione saranno esposti i nuovi cartelloni delle befanate,  un retaggio del vecchio rito paesano nel corso del quale le “befane”, ovvero le rime inventate sui personaggi e le sorti del paese durante la veglia dell’Epifania, venivano trascritti su grandi fogli e appesi per le vie con il divertimento della popolazione. Come ormai succede da qualche anno, il circolo di Faltognano  conserva i cartelloni per l’intero anno solare, fino alla prossima edizione della Befanata.  
Il 6 gennaio 2016 l’appuntamento è alle ore 17,00. La Befana dal Montalbano volerà in Valdelsa, alle antiche torri di Certaldo Alto, per incunearsi nella Casa del Boccaccio dove i poeti dell’ottava rima renderanno omaggio al loro maestro. Un modo per significare come la poesia popolare toscana abbia una radice colta, che affonda nei secoli più importanti della nostra storia e cultura. L'ottava rima è  infatti il metro usato nei cantari trecenteschi e nei poemetti del Boccaccio. Non è certo chi l'abbia inventato. Qualcuno sostiene che sia invenzione del poeta di Certaldo ripreso poi dai cantari (detti anche canterini), altri sostengono esattamente il contrario. È certo che il suo uso può essere rintracciato fin dal XIV sec. Diventerà poi il metro di poeti popolari, come Antonio Pucci e colti come Franco Sacchetti che lasceranno al Pulci, al Boiardo e all’Ariosto di elevarlo alle più alte cime. È, in pratica, lo stesso metro utilizzato dai poeti estemporanei per i loro contrasti improvvisati, espressione di quella oralità tipica della cultura e poesia popolare toscana. Un vero e proprio ritorno alle comuni origini della poesia popolare e colta, aspetto tra i più belli e significativi della cultura toscana. A dare il benvenuto al ritorno dei poeti dell’ottava rima sarà il prof. Franco Dei della Società Storica della Valdelsa, assieme alle autorità e al consiglio del Comitato. Nell’occasione verrà consegnata una targa d’onore ai familiari di Natale Masi, uno degli ultimi poeti estemporanei del Montalbano, ricordato come un maestro di ottave da un certo Roberto Benigni. I poeti improvvisatori di questa edizione saranno Fabrizio Ganugi (Prato) Enrico Rustici (Braccagni) Gabriele Ara (Prato) Marzio Matteoli (San Miniato)  Una bella pagina di storia, cultura e tradizione della nostra Toscana che ben s’identifica nel “bel stile di chi improvvisa e canta”.
Tutti gli eventi sono patrocinati dai comuni di Vinci e Certaldo.






mercoledì 9 dicembre 2015

12 DICEMBRE 2015 TORNA LA RASSEGNA TEATRALE. E' DI SCENA LA COMPAGNIA TEATRALE UNICORNO DI VINCI



TEATRO DI QUARCONIA - TEATRO DI VINCI
LA COMPAGNIA UNICORNO DI VINCI in
“ORA NO, TESORO!”
una commedia brillantissima di R. Cooney
regia di FABIOLA VERACINI
 per gentile concessione della MTP CONCESSIONARI ASSOCIATI srl (Roma) e JOSEF WEINBERGER PLAYS Ltd (London)
Spettacolo fuori concorso

 SABATO 12 DICEMBRE ORE 21.15
SI RACCOMANDA LA PRENOTAZIONE
al numero 366 3446512
La commedia:
Gilbert è un uomo libertino, e mentre la moglie  è in vacanza, rimasto a gestire gli affari di famiglia (un'elegante pellicceria nel centro di Londra), organizza un intrigante menage con la sua nuova amante, Jeanie, una prosperosa ballerina del Lido di Parigi. Per guadagnarsi le sue grazie, Gilbert ha promesso di regalarle una delle preziose pellicce prodotte dal suo atelier. Peccato che Jeanie sia sposata con Harry Mc Michael, un uomo d'affari astuto e senza scrupoli, che non deve essere insospettito dal regalo.
L'idea appare sulle prime geniale: farla comprare ad Harry ad un prezzo scontatissimo - 500 sterline contro un valore di 5.000!
Le restanti 4.500 le pagherà Gilbert una volta conclusa la vendita. Ma Harry, fiutando l'affare e le sue enormi potenzialità, prima se ne va fingendo di non essere interessato all'acquisto, poi torna per comprare la pelliccia per Sue, sua segretaria ed amante.
Il piano di Gilbert comincia a fare acqua da tutte le parti, e a complicare le cose ci si mette anche la moglie, che torna con due settimane di anticipo!
Inizia un vero e proprio girotondo di pellicce viaggianti, abiti volanti, strampalate bugie e scene mozzafiato! E toccherà al timido e impacciato socio di Gilbert, Arnold Crouch, tentare di mettere pezze su pezze al castello di carte che rischia di crollare da un momento all'altro! Una trama esilarante e un ritmo incalzante fanno di questa commedia un fuoco d'artificio, che saprà sorprendere e divertire ogni genere di pubblico.



martedì 8 dicembre 2015

VINCI for MISERICORDIA e VINCI NEL CUORE! per un NATALE INSIEME con i GIOVANI TALENTI DI VINCI, 7 dicembre 2015




VINCI for MISERICORDIA e VINCI NEL CUORE! per un NATALE INSIEME con i GIOVANI TALENTI DI VINCI, alla Vigilia dell'Apertura del Giubileo della Misericordia. Premiati i confratelli della Fraternita della Misericordia di Vinci (Album fotografico di Ivano Biscardi)


Grande successo e partecipazione di pubblico alla serata Vinci for Misericordia tenutasi nei locali del Teatro vinciano il 7 dicembre 2015. Dopo la speciale dedica a Pietro, Lina e Luciano, confratelli recentemente scomparsi, a ricordo anche di tutti coloro che hanno contributo alla costituzione della Fraternita vinciana, sono state presentate le attività e i servizi della "Misericordia" di Vinci, come viene semplicemente chiamata, consolidando un rapporto con la comunità e la città di Leonardo. Nell’occasione sono stati premiati i volontari e gli addetti della storica fraternita, la più antica associazione esistente nel comune di Vinci. Il correttore, Mons.  Renato Bellini, Proposto di Vinci, ha introdotto la manifestazione ricordando il valore e il significato del Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco. A seguire lo spettacolo Natale Insieme curato e organizzato con il Comitato Vinci nel Cuore! che ha visto come protagonisti alcuni dei più promettenti talenti vinciani. Samuele Lastrucci, direttore del Da Vinci Baroque Festival, ha presentato la nuova edizione della rassegna musicale. Antonio Bollettino e Andrea Maestrelli hanno intrattenuto il numeroso pubblico con le loro ultime canzoni. A fare da cornice alcuni interventi teatrali a cura delle compagnie teatrali di Vinci impegnate nel raccontare attraverso la parola di dieci poeti italiani dieci diverse visioni del Natale, da quella di Ungaretti alla tragica attualità di Erri De Luca, con le sottolineature delle parole di Papa Giovanni Paolo II e Madre Teresa di Calcutta.  Il tutto corredato dalle immagini tratte dall’Archivio  Vinci nel Cuore!, con particolare riguardo alla presenza e al servizio della fraternita vinciana nei suoi cent’anni di vita, oltre alla presentazione di documenti inediti relativi alle vecchie compagnie dedite alle opere di misericordia, già presenti e attive nel territorio di Vinci fin dai primi del 1500, a cominciare dalla Compagnia dello Spirito Santo, che vide tra i suoi governatori e festaioli alcuni fratelli di Leonardo   ( Le foto sono di Ivano Biscardi per Vinci nel Cuore!).
Comunicato Stampa Vinci nel Cuore!








giovedì 3 dicembre 2015

TEATRO DELLA MISERICORDIA, 7 DICEMBRE 2015 ore 21,15 VINCI FESTEGGIA LA MISERICORDIA ALLA VIGILIA DELL'ANNO GIUBILARE "VINCI for MISERICORDIA, 2015" -




COMUNICATO STAMPA
VINCI FOR MISERICORDIA

TEATRO DELLA MISERICORDIA, 7 DICEMBRE 2015 ore 21,15


ALLA VIGILIA DELL’INAUGURAZIONE DEL GIUBILEO, VINCI FESTEGGIA LA SUA “MISERICORDIA”
SPETTACOLO DI BENEFICENZA CON OSPITI ANDREA MAESTRELLI, SAMUELE LASTRUCCI E TANTE SORPRESE


Vinci, 7 dicembre 2015 ore 21,15 . Alla vigilia dell’apertura del Giubileo della Misericordia, Il Comitato Vinci nel Cuore! e la Fraternita di Misericordia di Vinci organizzano una serata di beneficenza  “Vinci for Misericordia” per festeggiare il “Natale Insieme”  ai volontari, ai soci e alla cittadinanza. Dopo i saluti di Mons. Renato Bellini e del Magistrato si esibiranno i giovani talenti vinciani per festeggiare la “MISERICORDIA”, come viene semplicemente chiamata la più antica associazione di Vinci, fondata nel 1912, che tuttavia nella Compagnia dello Spirito Santo del 1513 aveva il suo diretto predecessore.  
Andrea Maestrelli, cantautore ventiquattrenne, presenterà l’album con il quale è approdato al prestigioso premio Tenco di Sanremo, dopo avere vinto Lunezia 2014. Una promessa che sta diventando una realtà discografica. Al pari di un giovanissimo direttore d’orchestra, Samuele Lastrucci, direttore del Da Vinci Baroque Festival, ospite in una veste del tutto nuova, quasi a sorpresa. Non mancherà la recita delle poesie di Natale, secondo la tradizione in uso nelle vecchie famiglie, a cura degli attori delle compagnie del Teatro di Vinci, con l’assistenza tecnica dei Soliti Ignoti da Vinci. A fare da cornice i video tratti dall’Archivio di Vinci nel Cuore!: come sfogliare assieme l’album fotografico di un’unica grande comunità. Vinci for Misericordia si propone come una festa popolare, in amicizia, per ricordare i valori della solidarietà e consolidare i legami della Fraternita di Misericordia con la città di Vinci. L’ingresso è libero. Si consiglia tuttavia di prenotare il posto in ragione della limitata capienza. Contattare gli uffici o i volontari della Misericordia di Vinci.



Andrea Maestrelli a Vinci nel Cuore! 2014
Samuele Lastrucci



lunedì 30 novembre 2015

IL PUBBLICO DI VINCI PREMIA I CRONISTI. UN GRANDE SUCCESSO LA SERATA FINALE DEL PREMIO LI OMINI BONI E IL PREMIO SPECIALE LEONARDO BERNI

  
PREMIO BERNI E PREMIO “LI OMINI BONI DESIDERANO SAPERE” PER IL CRONISTA TOSCANO E LA COMUNICAZIONE SOCIALE
VINCI 29 NOVEMBRE 2015.

UN SUCCESSO DI PUBBLICO PER TRE GIORNALISTI, PROTAGONISTI DI UNA GRANDE SERATA DI CULTURA 
Foto di Domenico Alessi



Vinci, 29 novembre 2015. Il Premio Berni e il Premio per la Comunicazione Sociale “Li omini desiderano sapere” si sono conclusi con un grande pomeriggio di cultura e di giornalismo, dedicato alla figura del cronista come comunicatore e divulgatore, colui che sta alla base dell'informazione.  Presso la Biblioteca Leonardiana, davanti al pubblico delle grandi occasioni,  Giulio Panzani, da quarantotto anni corrispondente e cronista da Fucecchio del quotidiano La Nazione, ha ricevuto il Premio Speciale Leonardo Berni dedicato ad un giornalista e un paese della Toscana. È stata l’occasione per raccontare la sua esperienza e grande passione per questo mestiere, nonostante il passare degli anni, la diversa sensibilità delle persone, i cambiamenti della propria città e l’avanzare di una nuova grande piazza virtuale.

Il premio “Li omini boni desiderano sapere” per il cronista toscano è andato a Guido Fiorini del quotidiano Il Tirreno, mentre il premio per la Comunicazione Sociale al giornalista della RAI, Marco Hagge.

Intervistati da Sara Bessi e da Mauro Banchini,  Fiorini e Hagge hanno delineato il profilo del cronista e del giornalista in prima linea, a diretto contatto con i lettori e la gente. I vantaggi e magari le difficoltà nel cercare e trasmettere la notizia, lontano dai condizionamenti di qualsiasi genere, compreso quello del mondo dei social network.

Mons. Renato Bellini, presidente Comitato Vinci nel Cuore! premia Marco Hagge
 

Premio per il cronista toscano a Guido Fiorini

Appassionante ed emozionante quindi il racconto dei fatti della Concordia da parte di Guido Fiorini, all’epoca caporedattore del quotidiano Il Tirreno di Grosseto, primo testimone e primo informatore anche a livello nazionale dell'evento, un fatto di cronaca che è già nella storia del giornalismo.

Marco Hagge si è soffermato sulla formazione dei nuovi giornalisti, sulle tutele mancate e il futuro della categoria. Decisa presa di posizione sul valore e il ruolo della cultura attraverso l'informazione, come dimostrano i suoi diciotto anni alla conduzione e coordinamento di Bell'Italia, il Paese delle Meraviglie, la più antica rubrica della Rai per la tutela e promozione dei beni culturali.

Un bel racconto e soprattutto una bellissima lezione di giornalismo, di uno stile autentico, libero, che i protagonisti della serata sono riusciti a trasmettere ad un pubblico attento, con una Biblioteca Leonardiana strapiena (per la soddisfazione del Sindaco Torchia, dell'assessore Santini e del comitato Vinci nel Cuore!).

Premio Speciale Leonardo Berni a Giulio Panzani
 Non poteva mancare un ricordo, a cura di Sara Bessi, e un premio speciale ad Antonio Bassi, per anni caporedattore de La Nazione di Empoli, molto conosciuto e apprezzato anche come cronista sportivo, voce dell'Empoli Calcio. L'attestato veniva consegnato dal Sindaco di Vinci ai familiari del giornalista recentemente scomparso.

Nell'occasione Massimo Mancini, direttore della rivista locale Orizzonti di Vinci e Cerreto Guidi presentava il nuovo numero con tante storie e aneddoti (tra cui un inedito ritratto "vinciarese" di Franco Corsi Zeffirelli).

Una serata all’insegna di quella curiosità che deve animare in qualsiasi occasione il giornalista, alla ricerca della verità e del sapere, come hanno tenuto a precisare i protagonisti.  Naturalmente  dalla parte dei lettori e degli spettatori perché “li omini boni desiderano sapere”.

Tanti applausi e ringraziamenti da parte della gente di Vinci e del comitato cittadino Vinci nel Cuore che ha organizzato la manifestazione: un esempio di come la società civile possa collaborare e interagire con le istituzioni.

Gli organizzatori rivolgono un particolare ringraziamento al Comune, presente con il Sindaco di Vinci, Giuseppe Torchia, e l’Assessore Paolo Santini, che ha patrocinato l’iniziativa e concesso lo spazio della Biblioteca Leonardiana.

Un’occasione per mostrare una felice sinergia tra le tante associazioni e realtà del paese. Un grazie quindi anche alla famiglia di Leonardo Berni, alla Pro Loco di Vinci con i suoi “Tesori”, alle Cantine Leonardo, alla CARISMI Agenzia di Vinci, al pittore Giorgio Sostegni e, infine, al maestro Alessandro Taccini che ha realizzato i tre bellissimi “Alberi della Vita” assegnati ai vincitori.

Marco Hagge premio per la Comunicazione Sociale 2015