sabato 8 agosto 2009

CALICI DI STELLE A VINCI .... UNA NOTTE SLOW !!!

CALICI DI STELLE 2009 A VINCI
Per una notte veramente slow

La kermesse di lunedì, 10 agosto 2009 avrà inizio alle ore 19 con l'apertura del punto ristoro della condotta Slow Food Vinci e Montalbano e i laboratori del gusto per un binomio d'eccezione, vino e formaggio
Dopo il successo di pubblico delle passate edizioni, lunedì 10 agosto 2009 dalle ore 19,00, il borgo medievale di Vinci alto si prepara di nuovo a raccogliere tutte le stelle cadenti nei calici di ben otto punti di degustazione curati dal Consorzio delle Colline di Vinci. Una postazione speciale quest’anno l’avranno i Bianchi IGT Toscana, in degustazione davanti all’ingresso del Museo Ideale di Leonardo, aperto per l’occasione anche in “notturna”, mentre i vini Rossi IGT Toscana elevati in legno, avranno il posto d'onore sulla terrazza del Castello dei Conti Guidi, sede del Museo Leonardiano. Ovviamente i Vin Santi DOC, ottimi e vari per sensazioni, saranno degustati in fronte alla Chiesa di Santa Croce!!! Le aziende agricole che allieteranno la serata sono: Fattoria di Faltognano, Santa Barbara, Tenuta Santini, Streda Belvedere, Tenuta Bacco a Petroio, Fattoria di Piccaratico e Poggio Argentale. Nella notte delle stelle non poteva mancare la collaborazione del Gruppo Astrofili di Montelupo, ormai presenza fissa da anni, con un viaggio alla scoperta delle stelle cadenti, del solito gruppo delle perseidi e con particolare riferimento alle meraviglie che in quei giorni potranno essere visibili nei cieli di Toscana. La serata sarà arricchita anche dalla presenza di uno stand gastronomico allestito dalla neonata Condotta Slow Food di Vinci e del Montalbano dove si potranno degustare i piatti tipici del territorio dalle 19.00. Saranno organizzati anche “Laboratori del gusto” dedicati interamente ai formaggi.
Esposizione straordinaria per il Museo Ideale di Leonardo Da Vinci: a tutti i visitatori che avranno acquistato il calice verrà donata una stampa ad arte in tiratura limitata sulla Gioconda, altro adeguato ricordo di una preziosa serata. Le degustazioni saranno accompagnate da un sottofondo musicale con un quartetto di fiati nello splendida Piazza dei Guidi, ridisegnata da Mimmo Paladino.

SAN LORENZO: CADONO LE STELLE
una notte per cuori poetici

E’ sicuramente il proverbio più conosciuto e tipico della notte di San Lorenzo, caratterizzata dalla pioggia di lacrime a cui ciascuno affida un desiderio o un pensiero. Alla ricorrenza sono tuttavia legati altri modi di dire legati al ciclo della vite, per esempio A San Lorenzo l’uva si tinge oppure Per San Lorenzo chicchi maturi a cento a cento e infine A San Lorenzo va nella vigna e mettiti in mezzo. Nei campi si raccolgono invece le prime noci A San Lorenzo la noce è fatta.
Come accade molto spesso nella civiltà contadina dalle condizioni meteorologiche ovvero dal tempo che fa per la festa di San Lorenzo si cercano di trarre gli auspici per il futuro, anche se la tradizione ricorda che per San Lorenzo, gran calura, seppure altri modi di dire temperano assai tale aspetto in attesa dei temporali di agosto. Per San Maria ( ovvero il 5 agosto, dedicata alla Madonna della Neve, ricordata da Leonardo nel suo primo disegno) è per la via, per San Lorenzo è ancora a tempo, per San Rocco (16 agosto) tarda troppo (la pioggia, naturalmente). Godiamoci quindi ancora questi giorni di caldo, sulla base dell’esperienza contadina: Sant’Antonio, gran freddura, San Lorenzo gran calura, l’una e l’altra poco dura. I contadini aspettano chiaramente l’acqua per le loro coltivazioni e non disdegnano di rimarcarlo Se piove il giorno di San Lorenzo la campagna vince, pertanto se piove non se ne dispiacciono Se piove per San Lorenzo, ella viene a otta e tempo, oppure come si soleva dire in proverbi ottocenteschi toscani, Se piove per San Lorenzo, la viene a tempo; se piove per la Madonna ( quella Assunta, in questo caso), l’è ancora buona; se è per San Bartolommè soffiale di drè; c’è anche – come in tutte le cose - chi esagera, San Lorenzo dalla fiumana (addirittura) : di dietro o davanti. E’ anche vero che con la pioggia una parte dell’estate, forse quella più calda ormai se ne va, al punto di dire che per San Lorenzo l’inverno ha messo un dente, e qualche contadino, più poetico, come del resto sono quelli di Vinci, non può che osservare l’inizio del fenomeno per cui Le rondini se ne vanno per San Lorenzo, delegando tuttavia ad una stella cadente di questa magica notte il compito di custodire ancora un pensiero per l’amata o un desiderio tutto da esaudire. Le rondini torneranno di nuovo ad arridere ai cuori poetici nella nuova stagione primaverile, con i primi risvegli dei campi e gli amori di Messer Aprile. ( Gangalandi, I'calendario contadino 2008)

I CUORI POETICI NON DIMENTICHINO PERO' IL PROSSIMO EVENTO OVVERO LA VIA DI CATERINA 2009, SULLE ORME DI LEONARDO FANCIULLO, IL 6 SETTEMBRE ALLE ORE 16,00. PRENOTATEVI SUBITO AL TAVOLO SLOW FOOD PER IMMERGERVI VERAMENTE NEI SAPORI E GUSTI DELLA MAGICA TERRA DI VINCI, CON LE SUE TRADIZIONI E LEGGENDE QUEST'ANNO QUANTO MAI PARTECIPATE GRAZIE AGLI ATTORI-AUTORI AL GRAN COMPLETO E LA COMPLICITA' DEL CIRCOLO FANTASY. CON UNA GRANDE SORPRESA FINALE !!!

LA VIA DI CATERINA, 2009
Informazioni e prenotazioni : 3498338565 (Stefano)
oppure al tavolo slow food Vinci e Montalbano per Calici di Stelle

1 commento:

allnokiasymbian ha detto...

Ciao, ottimo blog!
Vieni a visitare anche il mio..
http://www.allmobileworld.it
Ciao